LA MUSICA DI SEGRETI E SAPORI 2016

Dalla prima edizione di Segreti&Sapori, la musica ha avuto un ruolo fondamentale. Sono stati più di 30 gli artisti che hanno avuto il piacere di esibirsi durante le varie edizioni proponendo tanti generi diversi.
Come per le passate edizioni  continua anche quest’anno la collaborazione con altramusicalive di Francesco Falcone che curerà le esibizioni dal vivo durante la manifestazione.

Rei Veda – 12 agosto
13139053_493460044178900_1218103823132048674_nReduci di un progetto che li ha visti vincitori del Festival del Negroamaro (Puglia), esperienza che ha permesso loro di aprire il concerto dei Boom Da Bash, il Rock dei Rei Veda si caratterizza per una forte sperimentazione elettronica che si infrange contro sonorità morbide e sfumature vintage. Tre i membri del gruppo: Miky Baldari (Voce), Tony Iunco (Chitarra/Synth), Pietro Cinieri (Batteria). Dicono di loro: “Siamo i Rei Veda e vogliamo suonarvi il Rock come non l’avete mai sentito!”

 

Hobby Music Band – 12 e 13 agosto
electric-guitar-566096_1280La band proporrà classici della musica italiana e brani dalle sonorità più rock. Può contare su due eclettiche voce femminili ed una voce maschile accompagnate da chitarra, basso e batteria.

 

 

 

Pattodifferente – 12 agosto 
13754381_1654042711582735_3989195218169911821_nPattodifferente è una rock band tarantina composta da 5 elementi: Aldo Liotino (Vocal Performer), Palma Cosa (Guitar), Luciano Fiume (Guitar), Joe Somma (Bass), Matteo Spinelli (Drums). Dicono di loro: Rock Sperimentale è la nostra identità musicale con gli elementi base del genere, caratterizzati dall’esigenza dell’uscire dai canoni tradizionali del Rock, con eleganza, sotto varie forme, con un’ alta precisione tecnica nelle composizioni riarrangiando celebri brani Italiani grazie alle influenze musicali personali e ai percorsi artistici che ci distinguono.
L’ esecuzione reinventata con strutture ritmiche, stili compositivi, tecniche vocal liriche/pop non convenzionali ed elementi di altri generi musicali.. ci identificano nel nome PATTODIFFERENTE!
Il nostro “patto” è esser musica, non eseguirla e basta esser identità musicale e viverla viverla con “modo” differente”

Recoden – 12 agosto 
I RecodenI Recoden nascono a Taranto nel dicembre 2015 dall’incontro di Massimo Randazzo, Ivan Di Somma e Gianluca Moncelli che decidono di formare un gruppo alternative rock che porti sulla scena tarantina le sonorità dei grandi gruppi internazionali britannici e americani. La loro attività si basa sulla composizione di brani inediti molto curati dal punto di vista dei suoni e degli arrangiamenti utilizzati. I tre componenti, di 24, 26 e 23 anni alle loro spalle possiedono già una discreta conoscenza della musica, grazie agli studi autodidattici svolti nel corso degli anni. La loro intenzione è di incidere entro la fine dell’anno un lavoro discografico che li porti a presentare i brani da loro composti.

 

 

Centro Musicale Multimediale Music Academy Taranto – 12 agosto 
Centro Musicale Multimediale TARANTOIl centro musicale Music Academy opera da diversi anni nel settore musicale, formando i ragazzi dal punto di vista didattico musicale ed artistico. Diversi sono i laboratori formati all’interno del nostro Centro tra cui il laboratorio Band Live, laboratorio che unisce ragazzi che studiano diverse discipline musicali in una band, formando un vero e proprio repertorio  musicale, esibendosi poi in eventi e locali. Il centro musicale Music Academy si trova a Taranto in via Corsica 18.

 

Associazione Culturale AUREA – 13 agosto 
aureaL’Associazione Culturale Ahurea si pone come obiettivo la promozione e la valorizzazione della musica inedita e dei giovani talenti del territorio di Taranto e provincia. Partendo con il progetto ”Scena Tarantina”, l’Associazione propone esibizioni di cantautori, interpreti e band  della promettente rosa Ahurea e del territorio in genere.

 

 

 

 

Michele Maraglino – 12 & 13 agosto
Michele Maraglino a Segreti e Sapori PulsanoMICHELE MARAGLINO – Cantautore attivo dal 2005 (Taranto classe 1984), pubblica quasi un demo all’anno fino a quando, il 21 Giugno 2010, debutta con il suo primo EP autoprodotto “Vogliono solo che ti diverti”. Il 14 Settembre 2012 pubblica il suo primo disco dal titolo “I Mediocri” (per La Fame Dischi, etichetta che ha fondato nell’estate del 2011) che viene molto apprezzato da pubblico e critica (finalista Premio DEMO D’AUTORE 2013 Demo Radiouno, premio speciale “I Postumi di Fred” Premio Buscaglione 2013, semifinalista SUPERSTAGE 2013 MEI, semifinalista AREZZO WAVE UMBRIA 2013, per citarne alcuni) e promosso da un lungo tour durato circa due anni. Inoltre un brano del disco (L’Aperitivo) finisce nella colonna sonora del film “Buongiorno Taranto” di Paolo Pisanelli.

 

 

Anna Cinzia Villani – 13 agosto
Area Tipicità Muisca Segreti e SaporiAnna Cinzia Villani è considerata una delle voci più rappresentative della musica salentina. “Il suo percorso di ricerca – si legge dalla biografia ufficiale – mosso da profondo interesse per la memoria sonora e corporea del proprio territorio ha condizionato tutte le sue scelte artistiche, volte a divulgare e salvaguardare caratteristiche e sfumature che in un’epoca di appiattimento e omologazione culturale andrebbero certamente perdute.
Già negli anni ’90, mentre collaborava con gruppi storici come il Canzoniere Grecanico Salentino, incontrava abitualmente gli “alberi di canto”, quelle persone che se pungolate con la giusta dose di pazienza e amorevolezza possono trasmettere tradizione e capacità di improvvisazione del canto, del suono e del ballo. La Villani si è impadronita delle tecniche peculiari del canto e dell’intenzione che si cela dietro ai passi della Pizzica pizzica , che rende unici i suoi laboratori didattici in Italia e all’estero.
Numerosissime le presenze in festival nazionali ed internazionali, è stata una delle voci della Notte della Taranta per sette edizioni, l’ultima nel 2013. Per l’occasione sarà accompagnata da un formidabile ensemble ionico/salentino composto da Max Però all’organetto, Claudio Merico al violino e Remigio Furlanut alla chitarra e contrabbasso.

Nuclide – 13 agosto
11914138_586455264825580_8698593657023034748_nI Nuclide sono nati negli anni settanta a Crispiano, quando imperversava il rock progressivo e psichedelico. La band racconta che in quegli anni di fermento “Nino Terrusi, l’amico di sempre Sandro Marangi, il ‘ritrovato’ amico Gianni Marsella fondano un gruppo che chiamano Nucleo Sperimentale Progressivo”.
Vi è da subito l’esigenza di comporre brani musicali con testi in italiano e sperimentare le nuove sonorità in pubblico. I temi affrontati dai loro brani riguardano l’uomo e la quotidianità della vita con i suoi valori.
Col passare del tempo e varie vicissitudini sono arrivati alla attuale formazione ormai ad oggi consolidata: Egidio Mazzoccoli (voce), Massimiliano Martellotta (batteria), Sandro Marangi (chitarra), Nino Terrusi (basso) e Gianni Marsella (chitarra).
Con notevole sforzo e grosso impegno nel 2005 i componenti della band hanno realizzato il primo CD che raccoglie 10 brani autocomposti e che porta come titolo il loro stesso nome: Nuclide.

Quadrophenix – 12 agosto
12342756_10154390168703852_1353118820029284117_nSono una band pop-rock tarantina sulle scene da ormai dieci anni. La formazione attuale è composta da: Alessandro De Vincentiis (Vocalizzi, Chitarre Ritmiche, Hukulele, Kazoo), Valerio Gentile (Chitarre elettriche, acustiche, voci), Luca Orlando (Chitarra) e Marco Nigri (Batterie e voci). Hanno pubblcato nel 2010 il loro primo album di inediti dal titolo Paraponzi e sono attualmente alla ricerca di un’etichetta discografica.

 

In.Con.Tra.Da. – 12 agosto
10984231_812795368804391_6965634133061492055_nIn.Con.Tra.Da. (In-Contri, Con-taminazioni, Tra-dizioni, Da Sud a Nord ) nasce a Torino negli anni Duemila con l’intento di promuovere le espressioni artistiche – fra musica e danza –tipiche del nostro Sud e, più in generale, dell’intero bacino Mediterraneo. Il collettivo inizia a riunire musicisti, danzatori, artisti, creativi ed appassionati con lo specifico intento di dare origine a momenti di contaminazione fra provenienze, interessi, specificità, per promuovere il tradizionale come elemento di aggregazione. Il contesto urbano torinese offre la sintesi fra dimensione territoriale ed espressione culturale consentendo in breve al progetto In.Con.Tra.Da. di farsi proposta apprezzata nel panorama folk : concerti, laboratori di danze, stage di percussioni del Sud, spettacoli ed eventi, collaborazioni con enti ed istituzioni, progetti didattici divengono la concreta rappresentazione dell’impegno del Collettivo.